More Website Templates @ TemplateMonster.com. August27, 2012!

Cosa direbbe Barnum della TV di oggi?

Ripensando a tutti i programmi televisivi a partire dall'avvento delle emittenti private nei primi anni '80, possiamo concludere che siamo di fronte ad un ritorno del circo di Barnum. Lì si esibivano i cosiddetti "fenomeni da baraccone", personaggi più o meno strani e veri che attiravano la folla all'interno delle tende del "The greatest showman on earth".

 

Nei programmi televisivi di oggi troviamo diversi riferimenti. Due programmi su tutti, a mio avviso, danno l'idea di questo ritorno al concetto di relazioni pubbliche ideato dall'artista americano: "Ciao Darwin" e "Guinness - Lo show dei record". A questi aggiungerei anche "Italia's got talent" ma in toni decisamente minori volendo considerare la versione inglese del format che ha portato alla ribalta la voce sconosciuta di Susan Boyle.

Allora troviamo nani, giganti, "ingoiatori" di serpenti, rifatti e rifatte di tutti i tipi con facce alquanto buffe, gente che si contorce, si allunga e si contrae nei modi più imprevedibili e tanti altri soggetti che sicuramente avrete visto in TV come me.

Lasciando da parte gli aspetti teorici legati all'attività di Barnum a cavallo tra il Sette e l'Ottocento, vediamo come oggi (e anche ieri!) ci sia un tipo di pubblico attratto da personaggi del genere. Un pubblico pronto ad esaltare (per non voler dire osannare) questi "fenomeni" per poi riporli nel cassetto appena vengono eliminati o non riescono a superare determinate prove. Un caso che mi ha colpito in tal senso è quello della cubista Angela, (la ricordo benissimo quando andavo a ballare al Medea nel week end qualche anno fa) pensionata catanese che ha avuto un grosso successo nel programma condotto dal trio Scotti-De Filippi-Zerbi, seguito da un boom su Facebook. Stiamo a vedere cosa ne resterà al termine della sua avventura televisiva.

Un altro elemento da considerare è come questo tipo di programmi sia alimentato da reti private come Mediaset in Italia o ITV in Gran Bretagna. Riusciranno a resistere le emittenti pubbliche? O forse abbiamo già qualche segnale di debolezza legato ai numeri del mercato televisivo? 

Chissà cosa direbbe Barnum della TV di oggi se fosse in vita!

Condividi