More Website Templates @ TemplateMonster.com. August27, 2012!

Tutti gli uomini del candidato: lo staff elettorale

Tutti gli uomini del candidato: lo staff elettoraleLa campagna elettorale è sempre un momento di coinvolgimento e partecipazione per chi ama la politica. I candidati alle varie elezioni, soprattutto quelle di territorio come le amministrative, provinciali o regionali, si trovano spesso a dover sopperire alle varie necessità impegnandosi in prima persona su diversi fronti.

Dalla propria immagine, ai manifesti, dai comunicati stampa all'organizzazione degli eventi tutto sembra ruotare attorno al candidato che chiaramente gestisce male le attività, soprattutto quando la campagna elettorale entra nel vivo.

Ma quali sono i professionisti che compongono un possibile staff, o "war room" che dir si voglia, di un candidato alle elezioni?

Innanzitutto, bisogna fare qualche precisazione. Spesso, complici la mancanza di denaro e la convinzione da parte dei candidati (soprattutto di quelli con qualche esperienza alle spalle) di fare a meno di esperti, si formano delle squadre lontane dai principi di competenza (parenti e amici stretti) e lavoro di gruppo.

Mai proverbio (di anonimo) fu più azzeccato in tal senso: "Se vuoi andare veloce vai da solo. Se vuoi andare lontano vai in compagnia".

Lo staff elettorale ha principalmente tre funzioni:

  • Organizzativa, con una persona pronta a occuparsi in particolare dell'agenda degli appuntamenti e degli eventi a cui il candidato deve partecipare. Oltre a impegnarsi su tutti gli aspetti logistici della campagna elettorale, il responsabile dell'organizzazione (o consulente generale) dovrà amministrare i tempi del politico e coordinare anche le persone che gestiscono le sedi e i comitati elettorali (luoghi ormai sempre più difficili da animare).

  • Protettiva, con uno spin doctor, professionista preparato a far passare messaggi coerenti con la strategia e l'identità del candidato. Uno spin doctor pronto a "massaggiare il messaggio", si direbbe.

  • Comunicativa, grazie all'impegno di un responsabile della comunicazione che, con la collaborazione dello staff, coordina, realizza e sceglie i contenuti multimediali, i materiali informativi e pubblicitari da pubblicare, sempre in sintonia con l'identità del politico e in linea con la strategia e il programma.

Queste figure, tra le più importanti, rappresentano lo staff di base. Per allargarlo è una questione di soldi (benefattori appassionati esclusi!). Chi può investire di più, potrà permettersi anche un esperto di marketing politico, un grafico, un copy writer, un social media specialist, un community manager, un sondaggista, un esperto di immagine, un fund raiser, giusto per citarne alcuni. 

Sarà importante avere nello staff sia uomini che donne, non troppo giovani né troppo anziani. Essere proattivi e con buone doti di creatività, dalle forti capacità relazionali e di negoziazione, pronti a sapere fare un passo indietro ma determinati nel fare scelte anche importanti e determinanti quando il candidato è assente.

Lo staff elettorale del candidato deve essere compatto e coeso, senza aver paura di mostrarsi insieme al candidato. Soprattutto nelle fasi di pre-campagna elettorale. Organizzare una serata conviviale col candidato e i suoi uomini in un locale al centro del paese o città può essere un ottimo espediente per partire con una marcia in più rispetto agli avversari.

Ma la realtà è anche un'altra. Spesso i candidati vengono scelti pochi giorni prima della data utile per presentare la candidatura, oppure i "mal di pancia" interni al partito fanno da padroni e rallentano la scelta del candidato. Pianificare un intenso week end, magari all'aria aperta, per conoscersi, creare gruppo e organizzare la strategia potrebbe tornare utile rispetto a tanti brevi incontri fatti nei ritagli di tempo con la stanchezza di una giornata di lavoro.

Cosa ne pensi? Vuoi aggiungere altro? Oppure, vuoi saperne di più su come si organizza uno staff elettorale? Scrivimi.

Condividi