More Website Templates @ TemplateMonster.com. August27, 2012!

Propaganda: come costruire un messaggio basato sulla paura

Propaganda: come costruire un messaggio basato sulla pauraLa paura come mezzo di propaganda è uno strumento antico e potente usato da politici, religiosi, esperti di comunicazione e abili venditori. Nulla di pericoloso o illecito, per carità: giusto un appello alle emozioni. Scopriamo insieme come si costruiscono e analizziamo alcuni casi interessanti.

Giusto per citare due esempi di propaganda della paura: Jonathan Edwards nel 1741 lanciò un sermone dal titolo Peccatori nelle mani di un Dio irato che, secondo le cronache dei testimoni lasciò la Congregazione del Grande Risveglio dell'America <<angosciata e piangente>> ma con migliaia di adepti. Due secoli dopo, Adolf Hitler pronunciò ai tedeschi diversi discorsi che inneggiavano al terrore contro comunisti ed ebrei. L'obiettivo in entrambi casi? Incutere paura.

Franklin D. Roosevelt era consapevole dell'effetto debilitante della paura estrema. In uno dei suoi discorsi inaugurali pronunciò una frase molto interessante per cercare di esorcizzarla: <<La sola cosa che dobbiamo temere è la paura stessa>>.

Il suo collega americano Lyndon Johnson, durante la campagna per le elezioni presidenziali USA del 1964 fece realizzare uno spot molto potente sulle armi nucleari contro l'avversario Barry Goldwater. Riuscì così a conquistare ampi consensi mettendo l'etichetta di sostenitore del nucleare. L'appello di Johnson fu efficace in quanto legava la paura della guerra nucleare a Goldwater mentre lui si proponeva come l'antidoto per efficace per scongiurare la minaccia.

Spesso ci troviamo di fronte ai partiti di opposizione che si lamentano del degrado economico e morale di una nazione nella speranza di vincere le elezioni. In Italia, un esempio possiamo coglierlo dalle elezioni politiche del 2006 tra Silvio Berlusconi  e Romano Prodi. Il Presidente del Consiglio uscente fece una campagna centrata proprio sulla paura. In questo caso di una vittoria della sinistra. Di seguito alcuni esempi della campagna di manifesti 6x3 di Forza Italia. Il primo "Italia, forza", manifesto di auguri per le festività natalizie e il secondo che fa parte di "No, grazie", una serie di manifesti che attaccavano il programma dell'Unione. La paura, come potete leggere, è esplicita o indiretta nei messaggi del partito del Cavaliere.


Come si creano messaggi efficaci facendo ricorso alla paura? Ecco una serie di passaggi utili per avere dei risultati positivi.

  • Spaventare a morte la gente
  • Offrire una raccomandazione specifica utile a vincere le minacce
  • L'azione raccomandata è ritenuta utile per ridurre la minaccia
  • Colui che riceve il messaggio crede di essere in grado di realizzare l'azione raccomandata

Ma come funziona? L'attenzione del ricevente si concentra su una paura che provoca dolore portandolo a una condizione di terrore tale che il pensiero venga indirizzato al modo di liberarsi della paura stessa. Chi realizza il messaggio offre una soluzione per sottrarsi alla paura: una risposta semplice e fattibile che, il mittente, desiderava ricevere dal destinatario sin dall'inizio.

Questo è esattamente ciò che hanno fatto Edwards e Hitler con i loro ascoltatori. Tuttavia, i ricorsi alla paura raramente hanno i quattro elementi che fanno il successo dei messaggi di paura.

L'uso della paura per iniziative a sfondo sociale o politico pone una questione più generale: si deve ricorrere o no all'arma della paura? Il rischio di abusi è notevole. Il rischio di inventare paure illegittime è dietro l'angolo.

Per gli esperti di comunicazione è importante assicurarsi che la paura suscitata sia quanto meno legittima e che serva a mettere in guardia il destinatario del messaggio contro dei pericoli potenziali. Quindi, evitare di oscurare la questione con le sole emozioni.

Altrimenti il rischio è quello di perdere credibilità. Come chi grida <<al lupo, al lupo!>>.

Condividi